Agricoltura e Floricoltura

In campo agronomico, le Zeoliti, sono riconosciuti tali solo se il contenuto della roccia supera il 50%,  sulla base di esame ai raggi X tramite metodo Rietveld.

La Zeolite cui supera il 50% della roccia, ( ZEOLITE DI ESTRAZIONE ITALIANA),  e’ stata inserita tra i FERTILIZZANTI, con Decreto del  Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del 3 Marzo 2015, che migliorano le caratteristiche fisiche del suolo, incrementando la ritenzione idrica, la permiabilita’ e l’areazione del terreno.

Conclusione :

La Zeolite una volta introdotta nel terreno diventa parte integrante e indistruttibile svolgendo per sempre con efficacia gli effetti positivi con conseguenti notevoli vantaggi sia sull’ambiente che economici ( quali aumento della produzione, risparmio di acqua e di fertilizzanti) .

Pubblicato da:

Antonio Oliveri

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email